Maschere inquietanti per Gucci

La settimana della moda milanese, è sempre un evento indescrivibile e pieno di sorprese!

Gucci, è stato uno dei protagonisti indiscussi della prima giornata di sfilate dedicate alla moda per l’Autunno - Inverno 2019/20. Uno spettacolo colmo di metafore e simbolismi.


Alessandro Michele, il direttore creativo della maison, ha calato tutti in un’atmosfera gotica: dall’invito in cartapesta sotto forma di maschera rappresentante un ermafrodito, di ispirazione ellenica, alle maschere in passerella inespressive, quasi inquietanti!

Il tutto correlato da borchie appuntite per collier de chien in pelle nera e per i manici delle borse, protesi per le orecchie dorate che spesso coprono mezzo volto.

Uno spazio infinito riflettente luci ad intermittenza ha accolto in passerella la collezione caratterizzata da una sorta di pulizia formale di volumi e ornamenti.

Michele ripropone la sua formula vincente con riferimenti vari e contradditori nell’esaltazione dell’estetica dell’ibrido, nella reinvenzione del classico ed in un'eccentricità senza timori!

112 visualizzazioni

MI TROVI ANCHE SU

Gilda Russo
STYLE COACH